Qui inizia la barra di navigazione, saltala Home   -   Contatti   -  
Sei in Home > Servizi > Servizi Professionali > Software Gestionale

Software Gestionale
Personalizzato

Nel corso degli anni abbiamo realizzato diversi applicativi, su diversi ambienti, a seguito di richiesta dei nostri clienti o come vincitori di bandi pubblicati dalla Pubblica Amministrazione Locale.

Si tratta di applicativi che si calano sulle realtà specifiche per cui sono stati realizzati, pertanto realizzano sinergie con l'organizzazione esistente, migliorando i processi e l'efficenza dell'organizzazione in essere.

Di seguito presentiamo alcuni esempi.

 

Regione Abruzzo

Gestione Beni Ambientali
 

Dal 1 gennaio 2010, è entrata in vigore la nuova normativa per la gestione dei Beni Ambientali.

Le nuove regole impongono alla Pubblica Amministrazione processi snelli e garantisti nei confronti dei cittadini. Impongono inoltre l'intervento nel processo di più soggetti, competenti in funzione delle caratteristiche ambientali e specifiche della singola istanza.

Il software che abbiamo realizzato per la Regione Abruzzo, supporta il lavoro di ufficio in modo semplice a guidato, fornendo strumenti di comunicazione, promemoria e scadenzari automatici, essenziali quando l'Amministrazione deve lavorare con tempi stretti e con una molteplicità di soggetti.

Abbiamo inoltre riorganizzato tutti i vecchi dati per renderli compatibili con il nuovo database ed il nuovo software, consentendo la piena gestione anche di tutti i dati preesistenti.

Naturalmente non mancano stumenti di verifica, ad appannaggio della Direzione, dello stato di ogni singola pratica e del carico lavorativo di ogni singolo dipendente regionale, necessari per ripartire i carichi di lavoro, snellire i processi e valutare l'efficienza produttiva.

Regione Abruzzo

Gestione IPPC

Il Controllo e Prevenzione Intergati dell'Inquinamento (IPPC - Integrated Pollution Prevention and Control) comporta il rilascio dell'Autorizzazione Integrata Ambientale da parte della Direzione Ambiente competente territorialmente.

Le procedure amministrative per lo svolgimento di questa attività, rivestono complessità dovute alla molteplicità degli attori interessati, ed alla varietà dei sistemi di cui controllare lo stato e l'evoluzione, sia dell'impatto ambientale in generale, sia anche delle emissioni di inquinanti specifici.

L'Autorizzazione Integrata Ambientale, una volta rilasciata, va rinnovata periodicamente, e le produzioni a rischio ambientali, vanno monitorate in funzione di paramentri molteplici, in parte determinati dalla specificità produttiva, in parte da contingenze specifiche o da concentrazioni territoriali di siti produttivi.

Il software che abbiamo realizzato per la Regione Abruzzo, effettua tutte le gestioni sopra specificate, rendendo snello e guidato il complesso iter amministrativo che sovrintende alle attività descritte, gestisce le comunicazioni tra gli attori e tra questi ed i portatori di interesse. E' dotato inoltre di quanto serve per tenere sotto controllo l'intera attività, dal monitoraggio alle statistiche ai promemoria.

Regione Abruzzo

Protocollo di Direzione

La Direzione Ambiente della Regione Abruzzo, dimostrando lungimiranza, si è dotata fino dal 1998 di una gestione informatizzata del protocollo. Tale software però non ha retto ai grandi numeri di 10 anni di attività, bloccandosi improvvisamente e qundi bloccando l'attività della Direzione.

Con un intervento d'urgenza siamo riusciti ad effettuare una riorganizzazione della Base Dati che ha consentito di prolungare la vita del vecchio software di ancora un paio di mesi, recuperando il tempo necessario per realizzare il nuovo Protocollo di Direzione, secondo la normativa vigente per il Protocollo Informatico.

Abbiamo inoltre riorganizzato tutti i vecchi dati per renderli compatibili con il nuovo database ed il nuovo software, consentendo la piena gestione anche di tutti i dati preesistenti.

Prima di andare in linea col nuovo software, abbiamo effettuato la formazione adeguata e messo a disposizione dei dipendenti regionali un ambiente di collaudo su cui potersi esercitare. La migrazione è stata effettuata durante un periodo festivo per non creare alcuna interruzione lavorativa.

Il passaggio dal vecchio al nuovo software e stato assolutamente naturale per i dipendenti e privo di qualsiasi problema software.

Regione Abruzzo

Sistema Informativo SITEA

SITEA è una struttura software (framework) multipiattaforma e multilivello, realizzata per la Regione Abruzzo direzione Ambiente, allo scopo di semplificare e quindi realizzare economie, sulle realizzazioni software di cui la Direzione intenderà dotarsi.

Effettua la gestione delle abilitazioni di utenti ed amministratori, attivazioni funzioni e standardizza le funzioni di costruzione maschere, stampe, estrazioni, help...

Effettua operazioni di sistema e backup automatici ed a richiesta, insomma tutto quanto serve come base per strutturare il Sistema Informativo Territorio Energia e Ambiente.

Scientific Management Center

DATAVES

DATAPROS

LITODAT

Abbiamo avuto un proficuo rapporto con la la Scientific Management Center, azienda di Roma specializzata nella gestione dei problemi urologici. In collaborazione, abbiamo realizato una suite di tre applicativi dedicati, dei quali la SMC si è occupata dell'aspetto commerciale.

DATAVES realizza la gestione dei pazienti con tumore alla vescica, dalla fase di accettazione, seguendo tutti i Follow-Up. L'applicativo, presentato a Torino dirante il congresso ......, è stato installato presso la Casa Sollievo della Sofferena di S. Giovanni Rotondo.

DATAPROS realizza analoga gestione a dataves, ma orientata al tumore alla prostata. Il software è stato acquistato dalla Dornier e distribuito come gadget ai reparti ospedalieri.

LITODAT effettua la gestione dei pazienti che si sottopongono a seduta di litotrissia. Tiene sotto controllo una serie di parametri, tra cui l'evoluzione dimensionale e posizionale del calcolo e le recidive. Il software è stato installato presso l'ospedale Sandro Pertini di Roma.

I tre applicativi sono in grado di scambiarsi informazioni direttamente in quanto possono utilizzare la stessa base dati. Estraggono informazioni statistiche rilevanti secondo criteri liberi, inoltre sono in grado di incorporare i dati di altri ospedali che utilizzano lo stesso software al fine di effettuare analisi statistiche su basi più ampie, pur conservando la riservatezza dei dati provenienti dall'esterno.

S.U.I.C.M.I.

Gestione Soci

La Società Italiana di Urologia dell'Italia Centro Meridionale e Isole, come è facile intuire, gestisce un'elevato numero di soci. Pertanto aveva bisogno di un software in grado di gestire tali soci e tenere sotto controllo la situazione amministrativa e burocratica.

Citiamo questo software in quanto, proprio l'elevato numero di aggiornamenti da effettuare manualmente, ci hanno portato ad individuare soluzioni per aggiornamenti selettivi e sequanziali rapidi. Anche per le comunicazioni, generate in automatico dall'applicativo, e gli indirizzi relativi per le buste, seguivano criteri di selezione non predeterminati.

Un'altra particolarità era che il software, scritto e compilato per Windows, doveva interfacciarsi con una vecchia stampante ad aghi della quale esistevano i driver solo per DOS.

Libro in Barra Braille

Siamo nell'anno 1993, si tratta di un piccolo lavoro, è vero, ma lo citiamo perchè è stato il primo :'-)

Internet era ben in là da venire ed ciechi che volevano dedicarsi alla lettura, disponevano di libri su dischetto che gli veniva fornito dell'Unione Italiana Ciechi. Tali testi però erano fruibili sui monitor normali a 80 caratteri per riga. Per leggere il monitor i ciechi utilizzavano la Barra Braille a 40 caratteri del tipo in figura, facendo saltellare il cursore, anchesso di 40 byte, a destra e sinistra del monitor. Il risultato era una lettura per parole spezzate, ottenuta fornendo continui comandi manuali, con buona pace al piacere di un buon libro.

Un gruppo di associati ci ha contattati affinchè risolvessimo il problema con un software che poi è stato liberamente distribuito all'interno dell'associazione.

La soluzione è stata di realizzare un applicativo che creasse testi compatibili con la Barra Braille a qualsiasi numero di caratteri. Un secondo applicativo, di dimensioni ridottissime che poteva essere copiato nel dischetto ed utilizzato senza installazione, inviava alla Barra Braille, automaticamente secondo personalizzazione, il testo riformattato restituendo il piacere di leggere. Comandi rapidi (controlli e segnalibri) potevano essere forniti con una sola mano, mentre l'altra era intenta alla lettura.

E' stato il primo impatto con i problemi legati all'accessibilità, una scuola che in seguito, opportunamente coltivata, ha portato uno dei nostri soci a collaborare nella redazione del primo libro bianco del ministro Stanca sull'accessibilità ed ad essere il referente per l'accessibilità del Portale del Cittadino (italia.gov.it) e del portale dell'Impresa (impresa.gov.it).